A+ A A-

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.zonasostegno.it/home/templates/gk_magazine/html/com_content/article/default.php on line 13

Applied Behavioral Analysis

 

Applied Behavioral Analysis (ABA)

La sua traduzione letterale è “Analisi applicata del comportamento”.

Alla fine degli anni 60 Ivar Lovaas, psicologo e professore presso l’Università di California Los Angeles (UCLA), cominciò a lavorare con bambini affetti da autismo utilizzando strategie comportamentali. Sulla base dei suoi studi è stato messo a punto lo UCLA Model of Service Delivery, conosciuto anche come Metodo Lovaas.

Tale modello prevede un tipo di intervento educativo intensivo (40 ore alla settimana) portato avanti da un insieme di educatori formati e supervisionati da psicologi comportamentali. L’intervento è 1:1, di circa 6 ore al giorno, e nella prima fase viene messo in atto a casa. Inizialmente il programma si focalizza sullo sviluppo di abilità di comunicazione, imitazione e gioco. Successivamente, ed in maniera graduale, il bambino viene integrato a scuola, con il supporto necessario.

ABA è una tecnica pratica per la progettazione, l’attuazione e la valutazione dei programmi di intervento. È fondata sull’osservazione e la registrazione che forniscono la base per l’apprendimento di nuove abilità. Lavora sul principio del rinforzo e delle tecniche comportamentali.

Gli interventi sono solitamente suddivisi in tre tipi: Clinic/home based (cliniche specializzate con programmi di intervento comportamentale per bambini affetti da autismo); School based (scuole speciali ABA dedicate all’educazione di bambini affetti da autismo) or Parents managed (i genitori assumono uno psicologo libero professionista che progetti e supervisioni un intervento educativo ABA e si occupi della formazione degli educatori che lavorano con il bambino).

Il tipo di intervento ABA utilizzato costituisce uno dei fattori che influenzano il grado di efficacia dell’intervento stesso, insieme alla precocità ed intensità dell’intervento, e alle capacità linguistiche e cognitive di partenza del bambino.

Principi e strategie dell’approccio comportamentale vengono utilizzate sia nell’educazione e gestione di bambini con sviluppo tipico, sia per l’intervento con bambini e adulti con gravi turbe comportamentali, sia in ambito di terapia clinica. Nello specifico, l’approccio ABA è stato studiato con bambini diagnosticati come affetti da autismo o più in generale da un Disturbo Pervasivo dello Sviluppo.